Lavoro: Istat, a novembre stabile la stima degli occupati. Aumento per i dipendenti permanenti, calo per quelli a termine. Tasso di occupazione al 58,6%

“A novembre 2018 la stima degli occupati risulta sostanzialmente stabile rispetto a ottobre; anche il tasso di occupazione rimane invariato al 58,6%”. Lo comunica oggi l’Istat, diffondendo i dati provvisori su “Occupati e disoccupati” a novembre 2018.
“I dati relativi a novembre – spiega l’Istat – confermano un quadro di sostanziale stazionarietà dei livelli occupazionali. La stabilità congiunturale dell’occupazione a novembre deriva, come a ottobre, da una lieve crescita dei dipendenti permanenti e una diminuzione di quelli a termine”.
Stando ai dati diffusi, infatti, a novembre si è registrato un lieve aumento dei dipendenti permanenti (+15mila) e una diminuzione di quelli a termine (-22mila). Cresce l’occupazione maschile, mentre cala quella femminile. Torna a calare, dopo due mesi di crescita, la stima delle persone in cerca di occupazione (-0,9%, pari a -25mila unità). Il calo si concentra prevalentemente tra le donne e le persone da 15 a 34 anni.
Nel trimestre settembre-novembre 2018 l’occupazione registra una lieve flessione rispetto al trimestre precedente (-0,1%, pari a -26mila unità). La diminuzione riguarda le donne e le età centrali tra i 25 e i 49 anni. Nell’arco del periodo crescono i dipendenti a termine (+13mila) mentre calano i permanenti (-23mila) e gli indipendenti (-17mila).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo