Bafta 2019: “La favorita” in testa con 12 nomination. Cnvf, “buone notizie per Garrone in corsa per un premio”

C’è anche Matteo Garrone con il suo “Dogman” tra i nominati ai premi inglesi “Bafta”, promossi dalla British Academy of Film and Television Arts. Mercoledì 9 gennaio sono stati infatti annunciati tutti i candidati e a guidare la pattuglia dei più nominati è “La favorita” di Yorgos Lanthimos con 12 nomination, tra cui miglior film, regia e interpreti Olivia Colman come protagonista e Rachel Weisz ed Emma Stone come non protagoniste. “La favorita” è passato in concorso alla Mostra del Cinema della Biennale di Venezia e ai recenti Golden Globe ha permesso alla Colman di conquistare il titolo di miglior attrice. Agli Oscar (il prossimo 22 gennaio le nomination) siamo certi che non sarà da meno.
Sempre ai “Bafta”, con 7 candidature, troviamo i seguenti film: “Roma” di Alfonso Cuarón (tra cui per la categoria miglior film e regia), “A Star Is Born” di Bradley Cooper (in particolare le candidature per Lady Gaga e Cooper), “Bohemian Rhapsody” di Bryan Singer (molti premi tecnici e soprattutto miglior interprete Rami Malek) e “First Man” di Damien Chazelle (tra cui attrice non protagonista, la britannica Claire Foy).
Con 6 nomination c’è poi “Vice. L’uomo nell’ombra” (attenzione a Christian Bale, Amy Adams e Sam Rockwell), con 5 “BlaKkKlansman” di Spike Lee (nella rosa del miglior film) e con 4 “Green Book” di Peter Farrelly (in primis per gli attori Viggo Mortensen e Mahershala Ali); quest’ultimo è stato il più vittorioso ai Golden Globe.
I premi “Bafta”, spiega al Sir Massimo Giraldi, presidente della Commissione nazionale valutazione film Cei (Cnvf), “si inseriscono tra la premiazione dei Golden Globe e le nomination degli Academy Awards, risultando la sentinella culturale dell’Europa tra riconoscimenti di rango più hollywoodiano”. Ai “Bafta”, prosegue Giraldi, “fa piacere ritrovare i grandi titoli passati dai Festival di Venezia, Cannes e Roma, come il nostro Matteo Garrone con l’apprezzato ‘Dogman’, che ha buone possibilità nella corsa per il film straniero. Certamente occhi puntati sui super favoriti ‘Roma’ di Cuarón dal Messico e ‘Cold War’ di Pawlikowski dalla Polonia”.

(Sergio Perugini)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo