Unione europea: Ambrosianeum, il 31 gennaio a Milano l’incontro con Enrico Letta per il ciclo “Un’Europa per i giovani”

Nel prossimo mese di maggio l’Italia e gli altri Stati dell’Unione europea saranno chiamati a eleggere il Parlamento di Strasburgo. Gli elettori si troveranno a scegliere tra due alternative radicalmente opposte: un rafforzamento delle istituzioni europee per dare risposte credibili, efficaci e lungimiranti alle esigenze di sviluppo e di giustizia sociale, o il ritorno agli egoismi e ai nazionalismi che nella prima metà del XX secolo hanno portato a due guerre devastanti. Per fornire, soprattutto ai giovani, strumenti necessari per comprendere a fondo natura e caratteristiche della cooperazione tra Stati europei, che ha garantito al continente più di 70 anni di pace, la Fondazione Ambrosianeum, insieme con Acli Milano e Monza e Brianza, Azione cattolica ambrosiana, Associazione città dell’uomo,  promuove nella propria sede a Milano (via delle Ore, 3) il ciclo di incontri “Un’Europa per i giovani” con autorevoli esponenti della cultura e della politica italiane. Dopo la lectio magistralis su “L’Europa in un mondo globale” tenuta da Romano Prodi il 22 ottobre scorso, il prossimo 31 gennaio Enrico Letta, già presidente del Consiglio dei ministri, docente all’Institut d’Etudes politiques de Paris (SciencesPo), presidente del “Jacques Delors Institut – Notre Europe”, interverrà all’incontro “Noi, l’Italia e l’Europa”. Il 25 febbraio si parlerà di “2040. Ripopolare l’Europa tra rigore e sviluppo: quale spazio per i giovani?” con Carlo Cottarelli, direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici italiani dell’Università Cattolica di Milano. L’11 marzo, infine, Maurizio Ambrosini, docente di processi migratori (Università degli studi di Milano) affronterà il tema “L’Europa. Natalità, invecchiamento, flussi migratori”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo