This content is available in English

Papa Francesco: messaggio Giornata malato, la vita non è “una proprietà privata”, no a “manipolazione”

foto SIR/Marco Calvarese

“La vita è dono di Dio”, e proprio per questo “l’esistenza non può essere considerata un mero possesso o una proprietà privata, soprattutto di fronte alle conquiste della medicina e della biotecnologia che potrebbero indurre l’uomo a cedere alla tentazione della manipolazione dell’albero della vita”. Lo scrive il Papa, nel messaggio per la prossima Giornata mondiale del malato, che si celebrerà in forma solenne a Calcutta l’11 febbraio, memoria liturgica della Beata Vergine Maria di Lourdes. “I gesti di dono gratuito, come quelli del Buon Samaritano, sono la via più credibile di evangelizzazione”, esordisce Francesco, sottolineando che “la cura dei malati ha bisogno di professionalità e di tenerezza, di gesti gratuiti, immediati e semplici come la carezza, attraverso i quali si fa sentire all’altro che è ‘caro’”. “Di fronte alla cultura dello scarto e dell’indifferenza – l’appello del Papa – il dono va posto come il paradigma in grado di sfidare l’individualismo e la frammentazione sociale contemporanea, per muovere nuovi legami e varie forme di cooperazione umana tra popoli e culture”. “Il dialogo, che si pone come presupposto del dono, apre spazi relazionali di crescita e sviluppo umano capaci di rompere i consolidati schemi di esercizio di potere della società”, garantisce Francesco, secondo il quale “il donare non si identifica con l’azione del regalare perché può dirsi tale solo se è dare sé stessi, non può ridursi a mero trasferimento di una proprietà o di qualche oggetto. Si differenzia dal regalare proprio perché contiene il dono di sé e suppone il desiderio di stabilire un legame”. Il dono è, quindi, “prima di tutto riconoscimento reciproco, che è il carattere indispensabile del legame sociale”: “Nel dono c’è il riflesso dell’amore di Dio, che culmina nell’incarnazione del Figlio Gesù e nella effusione dello Spirito Santo”, spiega il Papa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo