Diocesi: Campobasso-Bojano, domani il nunzio apostolico Caccia a Sepino per la festa di Santa Cristina

L’arcivescovo titolare di Sepino (Campobasso-Bojano) e nunzio apostolico nelle Filippine, mons. Gabriele Caccia, sarà il 9 e 10 gennaio a Sepino per le celebrazioni in onore della patrona Santa Cristina. Sepino fu un’antica sede vescovile già agli inizi del VI secolo. Dal 2009 è annoverata tra le sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica. La parrocchia di Santa Cristina, guidata dal parroco e vicario generale della curia arcivescovile di Campobasso-Bojano, don Antonio Arienzale, assieme alla comunità e al Comitato festa Santa Cristina, è pronta ad accogliere il vescovo titolare per la festa dell’ingresso delle reliquie della Santa. Mons. Caccia presiederà i solenni vespri e la celebrazione eucaristica del 9 gennaio alle 17.30; giovedì 10 alle 11 presiederà la solenne celebrazione eucaristica seguita dalla processione lungo le vie del borgo di Sepino. Nelle due giornate celebrative, tanti sono i gesti e i rituali popolari che accompagnano la festa fino a lucrare l’indulgenza plenaria che concesse Papa Clemente XII. A motivo di ciò, numerosi pellegrini, tra i quali molte comunità di sepinesi all’estero, ogni anno fanno visita a Sepino. Nella notte tra il 9 e il 10 gennaio, le campane vengono suonate manualmente dai fedeli secondo il sorteggio avvenuto nei giorni che precedono la festa. L’eco delle campane diviene più forte e più vivo simboleggiando la ricchezza delle tradizioni popolari e la vitalità della gente che animano, ancora oggi, i borghi del Molise nonostante il processo di spopolamento.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo