Università Cattolica: Milano, domani aziende e scuole insieme nel progetto Thumbs Up Youth Award per lo sviluppo sostenibile

Domani, presso l’aula magna dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (largo Gemelli), alle 9.30 avrà inizio il progetto Thumbs Up Youth Award, che prevede la partecipazione di 400 studenti di 6 scuole superiori e di 6 aziende. Lo sviluppo sostenibile è il tema su cui i gruppi di studenti verranno incitati a sfidarsi  producendo un project work per un totale di 70 lavori. Ogni azienda “adotterà” una scuola affidandole un progetto e i 12 finalisti si sfideranno il 19 febbraio davanti a una giuria che decreterà un solo vincitore. Quattro gli obiettivi dello sviluppo sostenibile che verranno affrontati: fame zero, energia pulita e accessibile, industria innovazione e infrastrutture, consumo e produzione responsabile. Thumbs Up Youth Award è stato realizzato da Associazione Thumbs Up grazie al sostegno di Fondazione Cariplo e alla partnership con l’Università Cattolica. Il progetto, che rientra nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, prevede un percorso durante il quale gli studenti verranno formati in modo dinamico e innovativo su capacità di lavorare in gruppo, sviluppare idee, elaborare una presentazione scritta, ideare un video e parlare in pubblico. Acquisiranno inoltre competenze relative allo sviluppo sostenibile, per poi passare, nella seconda fase del progetto, a strutturare la propria idea. Suddivisi in sottogruppi, saranno accompagnati nel lavoro sulla sfida lanciata dalle aziende sia dai tutor di Associazione Thumbs Up sia dai loro professori interni. I 70 progetti verranno poi valutati dalle rispettive aziende secondo criteri di professionalità, creatività ed efficacia. I 12 finalisti avranno la possibilità, durante l’evento finale il 19 febbraio nell’aula magna dell’Università Cattolica, di fare la loro presentazione orale di fronte a studenti, scuole e aziende e di venire valutati dalla giuria. Previsto un solo vincitore. Un questionario online di gradimento somministrato agli studenti, consentirà alla fine di fare una valutazione complessiva dell’intervento e permettere così un confronto con scuole e aziende.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo