Epifania: Fap e Acli Roma, domenica 6 gennaio “Befana solidale” all’Ospedale Sant’Eugenio

Domenica 6 gennaio, alle ore 11, si rinnoverà per il sesto anno consecutivo l’iniziativa “Befana solidale”, promossa dalla Federazione anziani e pensionati (Fap) delle Acli di Roma e dalle Acli di Roma e provincia, in collaborazione con la Giano onlus.
Sarà quindi una giornata di festa all’insegna della solidarietà, che vedrà i nonni e le nonne della Fap Acli di Roma e gli anziani della struttura complessa di Geriatria dell’Ospedale Sant’Eugenio impegnati nella consegna dei regali ai bambini ricoverati presso l’Ospedale. I giocattoli sono stati raccolti grazie all’acquisto da parte della Fap Acli di Roma e delle donazioni ricevute durante l’anno dall’associazione Giano onlus.
Saranno presenti Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma e provincia, Giovanni Capobianco, direttore Uoc Geriatria dell’Ospedale Sant’Eugenio e Francesco De Vitalini, segretario della Fap Acli di Roma.
“È ormai tradizione – dichiara Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma e provincia – riaprire l’anno con questa giornata, che rappresenta un modello di dialogo intergenerazionale che come Fap e Acli cerchiamo di portare avanti in ogni nostra attività”.
“Questa iniziativa – aggiunge Francesco De Vitalini, segretario della Fap Acli di Roma – rappresenta a pieno lo spirito della Fap Acli, che ogni giorno persegue l’obiettivo di sostenere gli anziani, rendendoli nuovamente parte attiva del tessuto sociale. Essere accanto a tanti bambini che sono purtroppo costretti a vivere questo giorno di festa in ospedale e donare loro un momento di serenità e felicità è sicuramente motivo di grande gioia e soddisfazione”.
“In questa giornata così speciale – sottolinea Giovanni Capobianco, direttore Uoc Geriatria dell’Ospedale Sant’Eugenio – le persone ricoverate nel reparto di geriatria riceveranno dei regali, ma saranno poi loro stesse a consegnare i doni anche ai bambini ricoverati in pediatria. Questo per noi è un segno importante di solidarietà intergenerazionale, in un periodo storico in cui le persone tendono maggiormente a stare chiuse nei propri bisogni e nelle proprie esigenze. Come ci insegna Papa Francesco il nostro obiettivo è costruire un ponte fra persone fragili, anziani e bambini che devono trascorrere una giornata di festa in ospedale. Non è casuale inoltre che questo avvenga al Sant’Eugenio e nella Asl Roma 2, perché fa parte di un percorso di sensibilità che tutta l’azienda dimostra nei confronti dei bambini e degli anziani in modo particolare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia