Diocesi: Civita Castellana, presentate a Orte di due opere d’arte appena restaurate

Sono stati presentati nei giorni scorsi a Orte i lavori di restauro appena ultimati su due dipinti del XVII secolo. Si tratta di un martirio di san Sebastiano e di un’immagine di san Vincenzo Ferreri. Alla presentazione sono intervenuti il direttore del Museo d’arte sacra della diocesi di Civita Castellana, Abbondio Zuppante, Claudio Canonici, delegato per i beni culturali e direttore dell’Archivio storico della diocesi, Paola Sannucci, coordinatrice del Laboratorio di restauro per il territorio della Regione Lazio, e il restauratore Ottavio Di Rita. Spiega al Sir Claudio Canonici: “L’evento è per Orte una ricorrenza quasi annuale. La comunità cittadina tiene molto al proprio patrimonio culturale, prezioso contenuto in un contesto paesaggistico altrettanto bello”. Il san Vincenzo Ferreri che è stato ricollocato nel Palazzo episcopale, la più pregevole tra le due opere, è della seconda metà del Seicento. L’autore è anonimo, ma viene attribuito a un seguace del Baciccio e presenta l’iconografia classica legata al santo: abito domenicano, globo, crocifisso. Il San Sebastiano, più antico di qualche decennio, è sempre di autore anonimo. In passato era in una chiesa di una frazione di Orte, poi è stato portato nel Palazzo episcopale. “I restauri sono durati quasi due anni – precisa Canonici –. Le condizioni delle opere non erano pessime, ora però l’iconografia sarà leggibile in ogni parte e avranno una degna sistemazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia