Università Cattolica: inaugurazione anno accademico. Mons. Peña Parra (Santa Sede),“cattolicità” non è “un’etichetta” ma “dono e impegno che chiama in causa tutti”

“La ecclesialità di una comunità non è mai da dare per scontata. Non basta nemmeno il titolo di ‘cattolica’ per garantirla! È un dono che domanda sempre di essere accolto e ravvivato con fede e impegno generoso”. Ne è convinto mons. Edgar Peña Parra, sostituto per gli Affari generali della Segreteria di Stato. Nell’omelia pronunciata questa mattina nel corso della Messa per l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Roma, Peña Parra ha osservato: “È bello, infatti, riconoscere che ogni generazione di professori e di studenti è chiamata, nell’invocazione e nell’accoglienza dello Spirito Santo, a collaborare affinché l’Università sia ciò che deve essere, cioè ‘cattolica. La ‘cattolicità’ della comunità accademica e del lavoro universitario consiste in un impegno appassionato di riflessione sull’intera realtà alla luce del mistero di Cristo, da cui dipende l’elaborazione di una cultura cristiana aperta alla comprensione di tutti. Se Cristo è la verità che illumina, libera e dà senso alla vita, se egli è la risposta completa agli interrogativi profondi e ineliminabili dell’uomo, la verità che è Cristo, proprio nelle Università Cattoliche deve farsi luce per gli altri, per il mondo”. E questo, ha concluso, “è ben diverso da un’etichetta data ad una istituzione una volta per tutte, né può essere compito soltanto di un vertice accademico o dei responsabili della pastorale universitaria, ma è un dono e un impegno che chiama in causa la disponibilità e la docilità di tutti all’azione dello Spirito”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo