Sea Watch: “farci sbarcare a Catania è un gesto politico. Ci aspettiamo il peggio”

“Dobbiamo andare a Catania. Questo significa che ci stiamo spostando da un porto sicuro verso un porto dove c’è un procuratore noto per la sua agenda riguardo alle Ong di soccorso in mare. Se questo non è un gesto politico, non sappiamo cosa sia. Speriamo che vada tutto bene ma ci aspettiamo il peggio”. Così la Sea Watch sul suo profilo Twitter internazionale, mentre è atteso per la mattinata lo sbarco delle 47 persone migranti costrette in mare dal 19 gennaio, in attesa di un porto sicuro che le accogliesse, dopo giorni trascorsi a Siracusa. 8 Paesi europei hanno dato la disponibilità all’accoglienza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo