Lavoro: Istat, a dicembre cresce la stima degli occupati (+23mila). Aumentano i dipendenti a termine, calano i permanenti. Tasso di occupazione al 58,8%

“A dicembre 2018 la stima degli occupati risulta in lieve crescita rispetto a novembre (+0,1%, pari a +23mila unità); anche il tasso di occupazione sale al 58,8% (+0,1 punti percentuali)”. Lo comunica oggi l’Istat, diffondendo i dati provvisori su “Occupati e disoccupati” a dicembre 2018.
“A dicembre – spiega l’Istat – si conferma un quadro di debole crescita dell’occupazione, presente da alcuni mesi, con segnali di calo della disoccupazione. Contrariamente ai due mesi precedenti, il leggero incremento dell’occupazione è di nuovo dovuto ad una crescita dei dipendenti a termine più ampia della flessione dei permanenti, a cui si aggiunge una lieve ripresa degli autonomi”.
Stando ai dati diffusi, infatti, a novembre si è registrato un aumento dei dipendenti a termine (+47mila) e degli autonomi (+11mila), mentre risultano in diminuzione i permanenti (-35mila). Nel confronto per genere cresce l’occupazione femminile e cala quella maschile. A dicembre si conferma il calo già registrato a novembre della stima delle persone in cerca di occupazione (-1,6%, pari a -44mila unità). La diminuzione si concentra prevalentemente tra gli uomini e le persone maggiori di 35 anni.
Nel quarto trimestre 2018 l’occupazione registra una lieve crescita rispetto al trimestre precedente (+0,1%, pari a +12mila unità). L’aumento riguarda gli uomini e le classi d’età estreme. Nel trimestre crescono i dipendenti sia a termine sia permanenti, mentre calano gli indipendenti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo