Consumi: Coldiretti/Unaprol, domani a Roma primo summit internazionale per salvare l’olio extravergine made in Italy

Con la produzione di olio extravergine Made in Italy che ha raggiunto quest’anno i minimi storici è allarme per gli ulivi italiani colpiti dai cambiamenti climatici, del propagarsi inarrestabile della Xylella e della concorrenza sleale provocata dalle importazioni low cost spacciate per italiane. Per affrontare l’emergenza e salvare l’olio extravergine Made in Italy è stato convocato a Roma  il primo Summit internazionale con la presenza di agricoltori, industriali, distribuzione commerciale e consumatori, insieme ai vertici del Consiglio oleicolo internazionale (Coi) e ai rappresentanti delle istituzioni nazionali. Appuntamento domani alle 10 all’Ara pacis per tutelare un settore strategico per la salute dei cittadini, il presidio del territorio, l’economia e l’occupazione oltre a rappresentare il prodotto simbolo della dieta mediterranea. All’iniziativa parteciperanno fra gli altri Ettore Prandini presidente Coldiretti; Filippo Gallinella, presidente Commissione agricoltura Camera dei deputati; Abdellatif Ghedira, direttore esecutivo Coi; David Granieri, presidente Unaprol e Coldiretti Lazio; Francesco Tabano, presidente Federolio; Gianpaolo Vallardi, presidente Commissione agricoltura e produzione agroalimentare del Senato.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo