Ambiente: presentato “Laudato si’ e grandi città”. Card. Sistach, “occorre cambiare lo sguardo al nostro mondo e lo stile di vita”

“Si stima che 900 milioni di persone non abbiano accesso a acqua potabile sicura e 2mila milioni di persone vivano in zone dove l’acqua non è adeguatamente depurata”. A ricordarlo è il card. Lluís Martínez Sistach, arcivescovo emerito di Barcellona e presidente della Fondazione “Antoni Gaudí para las Grandes Ciudades” in occasione della presentazione del libro “Laudato si’ e grandi città”. “Occorre – ha aggiunto – introdurre misure progressive per la riduzione dei rifiuti. Ci sono famiglie che vivono fra montagne di rifiuti, il che genera condizioni di vita pessime per tutti, soprattutto per i bambini”. “Il congresso ha ribadito che la Laudato si’ è un testo considerato di grande valore anche dal mondo scientifico e rappresenta un punto di incontro ecumenico e interreligioso. La proposta della Laudato si’ è quella definita ecologia integrale che ricorda la famosa opera del filosofo cristiano Jacques Maritain”. “Occorre cambiare lo sguardo al nostro mondo e lo stile di vita. Il ritmo di consumo ha superato la possibilità del pianeta”. “I progressi della scienza e della tecnica non sempre sono accompagnati sul piano etico e culturale. È necessario un patto fra scienza e coscienza, tra scienza e saggezza e, in questo, le diverse culture e religioni hanno delle riserve umane che non possono essere sottovalutate. Il congresso ha chiesto la messa in atto dell’accordo di Parigi deplorando il fatto che gli Usa, il secondo Paese a inquinare di più al mondo, si siano ritirati. Il cambiamento climatico riguarda tutti – ha concluso -. Non si risolve facendo finta di non vederlo, anzi si aggrava, e il nostro pianeta è già abbastanza maltrattato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo