Economia circolare: al via “Surfing Glass”, la XII edizione del concorso per le scuole su sicurezza e sostenibilità del vetro

Sicurezza alimentare, salute, riciclo. Tutto questo grazie al vetro, materiale unico dal punto di vista della sicurezza alimentare e della sostenibilità ambientale. Ora il vetro entra in rete attraverso una bottiglia “virtuale” lanciata nel mare di Internet con un messaggio sulle sue qualità in occasione di Surfing Glass, dodicesima edizione del concorso per le scuole organizzato da Assovetro (Associazione nazionale industriali del vetro) e da Coreve (Consorzio recupero vetro). Gli alunni dovranno elaborare contenuti in grado di esprimere le straordinarie peculiarità dei contenitori in vetro: amici dell’ambiente, preziosi per la salute, campioni di economia circolare, riciclabili all’infinito e al 100%, e farli viaggiare sul web. Il concorso, che si svolge nell’ambito del protocollo d’intesa sottoscritto da Assovetro con il Miur, è rivolto alle classi quarta e quinta della scuola primaria ed ai tre gradi delle scuole secondarie di primo grado statali e paritarie. Obiettivo, spiega Marco Ravasi (Assovetro), “sfruttare al massimo le potenzialità del web per diffondere e far conoscere le preziose proprietà del vetro, un materiale unico dal punto di vista della sicurezza alimentare e della sostenibilità ambientale. Ogni bottiglia messa in rete potrà così raggiungere con il suo messaggio positivo un numero infinito di persone”. Le classi dovranno creare contenuti – testo, testo più immagine o brevi video – in grado di far emergere le proprietà dei contenitori in vetro per uso alimentare, concentrandosi su sicurezza alimentare, salute e riciclo, all’interno di bottiglie virtuali che navigheranno online sul sito dedicato dove si potranno anche trovare ulteriori informazioni. Motivo di maggior merito nella valutazione dei messaggi sarà l’utilizzo della lingua inglese.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori