Diocesi: mons. Delpini (Milano), richiamo a impegno pastorale e sociale, ruolo della Caritas

(Milano) “Come Chiesa di Milano vorremmo fare qualcosa di più per prevenire e affrontare questa situazione”, scrive l’arcivescovo di Milano, Mario Delpini, nella lettera inviata ai parroci sul tema della presenza criminale e dell’usura in diocesi. “Oltre alla necessità di alzare l’attenzione su questo fenomeno che attraversa il territorio e spesso ignorato, ci sembra importante cogliere i segnali dello stesso, che si manifesta attraverso il disagio delle persone, famiglie, imprenditori che sono affiancati dalla criminalità organizzata con proposte: di denaro facile, di offerte di beni e servizi con eccessivi sconti, proposte di acquisto dei debiti, delle case, della proprietà di quote delle imprese o delle licenze di aziende in situazione di forte difficoltà. Inutile evidenziare i danni sociali che una infiltrazione profonda delle mafie può causare: violenza, corruzione, infiltrazione della politica e delle imprese, avvelenamento della libertà di mercato, condizionamento della democrazia, produzione di meccanismi di ingiustizia e marginalità”. Delpini sottolinea: “Come potrà ben comprendere, si tratta di situazioni molto complicate che, per essere affrontate e valutate, necessitano di formazione pastorale, competenza tecnica e consulenza che può essere fornita solo da persone professionalmente specializzate e in grado di fornire il necessario supporto”.
La Caritas Ambrosiana “sta favorendo la costruzione di una rete di soggetti che possono operare sia sul piano formativo e pastorale, che operativo, a partire anche dal Protocollo d’intesa per la prevenzione e il contratto dei fenomeni dell’usura e dell’estorsione nella provincia di Milano recentemente firmato”. “In alcuni casi si rende necessario il coinvolgimento diretto delle forze dell’Ordine con le quali possiamo collaborare, per favorire accertamenti e percorsi che portino a smascherare quello che spesso si rivela come una vera e propria trappola dello organizzazioni criminali o all’eventuale denuncia”. Delpini conclude con un richiamo ai parroci: “Per questo, qualora venisse in contatto con casi come quelli sopracitati, la invitiamo a informare senza indugio la Caritas Ambrosiana (tel. 02.76037212) o la Fondazione San Bernardino Onlus, con sede in piazza Borromeo n. 6 a Milano (tel. 02.87395532), che da anni si occupa di lotta al sovraindebitamento e prevenzione all’usura per la Conferenza episcopale lombarda”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori