Aggiornamenti Sociali: i 70 anni della rivista. Il messaggio del card. Schuster, “per fare del bene alla società bisogna conoscerla”

“Aggiornamenti Sociali si rivolge in modo speciale a quanti, sacerdoti e laici, sono impegnati nel campo sociale, allo scopo di aggiornarli mensilmente, mettendo a loro disposizione quanto di meglio e di più interessante per la loro cultura e attività è apparso sulla stampa, integrando questa documentazione con opportuni inquadramenti, valutazioni, precisazioni e rilievi”. Così si apriva il primo numero della rivista dei Gesuiti di Milano, apparso nel gennaio del 1950. Lo segnala la redazione nel numero di gennaio 2019, che inaugura il 70° della pubblicazione. Nel primo numero erano presenti articoli sul quadro sociopolitico dell’Italia del tempo, su riforma scolastica, eutanasia, politica familiare nell’Unione Sovietica. Nella foto è ritratta la copertina del primo numero sulla quale il cardinale Ildefonso Schuster, arcivescovo di Milano, si congratulava per la nuova rivista e ne incoraggiava la lettura e diffusione. “Bene! Questa rivista di Aggiornamenti Sociali vada soprattutto in mano del clero, il quale troppo spesso vede il mondo solo dalla finestra della propria canonica”, scriveva Schuster. “Per fare del bene alla società, bisogna anzitutto conoscerla, e per conoscerla è necessario di studiarla profondamente”. Sul nuovo numero, padre Giacomo Costa rilegge l’“Appello ai liberi e forti” di don Sturzo. Sono inoltre presenti articoli sul cosiddetto “decreto sicurezza”, sull’Unione europea e sui “social street”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori