Unicef: “situazione drammatica per milioni di bambini, soprattutto in Siria, Afghanistan e Yemen”

(Foto: Unicef/Amin Meerzad)

Nello scacchiere dei Paesi in guerra o in crisi, spiccano per la situazione drammatica dei bambini lo Yemen, dove si stima che 12 milioni di persone, di cui 2 milioni di piccoli, avranno bisogno di assistenza alimentare nel 2019, l’Afghanistan, dove 3,8 milioni di bambini avranno necessità di protezione e aiuti umanitari a causa dell’aumento della violenza e dei disastri naturali, e la Siria, dove circa 13,1 milioni di persone necessitano di assistenza umanitaria, tra cui 5,6 milioni di bambini, 493.000 dei quali vivono in zone difficili da raggiungere. Senza dimenticare i 2,5 milioni di bambini siriani che vivono come rifugiati in Egitto, Iraq, Giordania, Libano e Turchia, che spesso non hanno la capacità di garantire servizi di base come la sanità e l’istruzione. A dipingere questo quadro è l’Unicef che ha lanciato il nuovo Rapporto sull’intervento umanitario. “Oggi milioni di bambini che vivono in situazioni di conflitto o disastri subiscono terribili livelli di violenza, stress e trauma”, ha affermato Henrietta Fore, direttore generale dell’Unicef. Secondo il Rapporto, 241 mila bambini in Libia hanno bisogno di assistenza umanitaria, 2,2 milioni di piccoli in Sud Sudan non frequentano la scuola, 1,5 milioni sono sfollati in Etiopia, in Ucraina Orientale in quasi 500 mila hanno bisogno di protezione e assistenza umanitaria, 400.000 bambini Rohingya sono scappati dal Myanmar in Bangladesh, due su tre in Repubblica Centrafricana avranno bisogno di assistenza umanitaria nel 2019.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa