Papa Francesco: a Rota Romana, sposi “che vivono in unità e fedeltà” sono “predica silenziosa per tutti” e “riflettono immagine di Dio”

(Foto Vatican Media/SIR)

Gli sposi “che vivono in unità e fedeltà” sono “una predica silenziosa per tutti” e “riflettono l’immagine di Dio”. Non ha dubbi Papa Francesco che nell’odierna udienza al Tribunale della Rota Romana in occasione dell’inaugurazione dell’Anno giudiziario ha sottolineato il valore dell’unità e della fedeltà. “La cura pastorale costante e permanente della Chiesa per il bene del matrimonio e della famiglia richiede di essere realizzata con i vari mezzi pastorali”, ha ricordato. D’altra parte, “i coniugi che vivono il loro matrimonio nell’unità generosa e con amore fedele, sostenendosi a vicenda con la grazia del Signore e con il necessario supporto della comunità ecclesiale, rappresentano a loro volta un prezioso aiuto pastorale alla Chiesa”. “Davvero – ha scandito Francesco – tanti sposi cristiani sono una predica silenziosa per tutti, una predica ‘feriale’ direi, di tutti i giorni, e dobbiamo purtroppo constatare che una coppia che vive da tanti anni insieme non fa notizia – è triste questo –, mentre fanno notizia gli scandali, le separazioni, i divorzi…”. Per il Papa, “gli sposi che vivono nell’unità e nella fedeltà riflettono bene l’immagine e la somiglianza di Dio. Questa è la buona notizia: che la fedeltà è possibile, perché è un dono, negli sposi come nei presbiteri. Questa è la notizia che dovrebbe rendere più forte e consolante anche il ministero fedele e pieno di amore evangelico di vescovi e sacerdoti; come furono di conforto per Paolo e Apollo l’amore e la fedeltà coniugale degli sposi Aquila e Priscilla”. Infine la gratitudine ai prelati uditori e la sottolineatura che il diritto matrimoniale “si pone al servizio della salus animarum e della fede degli sposi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa