Migranti: Caritas-Migrantes Genova, un documento con cifre e focus per capire meglio quanto avviene

Un documento della Chiesa genovese sull’accoglienza dei migranti nel nostro Paese. Lo pubblica “Il Cittadino” di Genova in uscita questa settimana. Il testo, curato da Migrantes e Caritas, è suddiviso in due sezioni. Nella prima, intitolata “’Ero straniero e mi avete accolto’ (Mt 25,35). Persone straniere residenti e migranti. Cosa è bene sapere”, viene illustrato quante sono le persone straniere presenti in Italia, che tipo di lavoro svolgono, che rapporto c’è tra persone straniere e reati. E ancora: quanto costa accogliere le persone migranti e che rapporto hanno con la sanità. Nel 2017, si legge nel documento, secondo il XXVII Dossier Immigrazione Caritas e Migrantes 2017/18,  gli stranieri regolari sono 5.144.440, l’8,5% della popolazione residente. Cifre sostanzialmente stabili dal 2013. Sono invece 354 mila i richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale o umanitaria presenti in Italia nel 2017, pari allo 0,6% della popolazione italiana. Gli stranieri sbarcati sulle coste italiane sono in forte calo: 178 mila nel 2016, 118 mila nel 2017 e 23.370 nel 2018. Su 2.423.000 occupati stranieri nel 2017 (10,5% di tutti gli occupati in Italia), due terzi svolgono professioni poco qualificate o operaie. Dal 2004 al 2016 le denunce per reati a carico di italiani sono aumentate del 28%, quelle a carico degli stranieri sono diminuite del 6%. costo per lo Stato Italiano dell’accoglienza delle persone migranti è pari allo 0.2% del PIL, circa 3 miliardi di euro all’anno. Per contro, gli stranieri regolari in Italia portano alle casse dello Stato circa 8 miliardi di euro di contributi fiscali all’anno. La seconda sezione, “La verità vi farà liberi” (Gv 8,32), propone tre focus per capire meglio le persone migranti, il sistema di accoglienza e le novità nel decreto immigrazione (legge 113/18).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa