Media e migranti: Pontificia Università Santa Croce, giornata di studio su “La comunicazione su migranti e rifugiati tra solidarietà e paura”

Si parlerà de “La comunicazione su migranti e rifugiati tra solidarietà e paura” nella giornata di studio organizzata giovedì 31 gennaio, a partire dalle 9, dalla Facoltà di Comunicazione istituzionale della Pontificia Università Santa Croce di Roma, in collaborazione con l’associazione Iscom e Harambee Africa International. L’iniziativa, spiegano gli organizzatori, “nasce dal desiderio di informare sul tema in modo serio e rispettoso della dignità umana; fare chiarezza a fronte delle tante distorsioni che investono il fenomeno; interpretare i fatti e le prese di posizione; promuovere un confronto tra esperti e giornalisti al di là delle narrazioni semplicistiche; offrire gli strumenti per un più efficace inquadramento delle questioni legate ai migranti e ai rifugiati”. Questioni che da anni esercitano sull’opinione pubblica un notevole impatto, amplificato dalla diffusione dei social. Ci si interrogherà sulla mediatizzazione della sofferenza e dell’emergenza, e su come certe campagne umanitarie contribuiscano a consolidare stereotipi e a trasmettere l’immagine di persone fuggite da guerre e povertà come vittime “senza parola”. La giornata di studio è rivolta principalmente a giornalisti, a comunicatori di istituzioni ecclesiali e a professionisti che operano nella comunicazione di organizzazioni che si occupano di problematiche legate ai migranti e rifugiati.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa