Aiuto allo sviluppo: Openpolis e Oxfam, appello a Governo per raggiungimento 0,30% nel 2020

In materia di risorse destinate all’aiuto allo sviluppo, da parte dell’Italia serve “una rapida inversione di rotta”. Lo chiedono Oxfam e Openpolis che lanciano a Governo e Parlamento le un appello per “riprogrammare le risorse dell’aiuto pubblico allo sviluppo in ambito triennale tale da garantire almeno il raggiungimento dello 0,30% nel 2020”. Non solo, secondo le due realtà che oggi hanno diffuso il dossier “Cooperazione Italia, ritorno al passato”, è necessario “rafforzare il coordinamento e la coerenza a livello interministeriale nella definizione di una strategia corrispondente a un uso appropriato delle risorse” oltre che “garantire che le risorse progressivamente rese disponibili dalla diminuzione dei flussi migratori vengano utilizzate in modo efficace e coerente per gli obiettivi propri della cooperazione e dell’agenda 2030”. È urgente infine “aumentare le risorse da destinare ai paesi ultimi nella classifica dei tassi di sviluppo e garantire la coerenza tra obiettivi dichiarati, temi e paesi prioritari, risorse effettivamente allocate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa