Gmg 2019: mons. Oster (Dbk), “impossibile che questi giovani diventino nazionalisti o razzisti”

“Generosa ospitalità, gioia incredibile e atmosfera piena di un entusiasmo credente e giovane”: è ciò che ha sottolineato il vescovo Stefan Oster (Passau), presidente della Commissione per i giovani della Conferenza episcopale tedesca (Dbk), per descrivere l’esperienza della Gmg a Panama, che ha vissuto insieme 2.300 pellegrini tedeschi e a una decina di confratelli vescovi. Una Gmg che, secondo mons. Oster, “ancora più di altre, è stata segnata dal desiderio del Papa che i giovani andassero ai margini della società”. “I nostri giovani qui si sono resi conto che la fede vissuta e l’impegno attivo non possono essere separati. Tornando a casa con questa esperienza di incontro internazionale e di costruzione di ponti, è praticamente impossibile che diventino nazionalisti o razzisti”, ha commentato mons. Oster. Per i giovani tedeschi, il secondo gruppo più numeroso dall’Europa, le catechesi hanno avuto un’attenzione particolare al tema della vocazione: “Sono certo che molti torneranno a casa con rinnovato entusiasmo, che molti cuori saranno toccati, che molti vedranno la propria vita e degli altri in modo nuovo”. Rispetto all’incontro con il Papa, mons. Oster ha sottolineato in particolare la “giovinezza che irradia Papa Francesco, la capacità di interagire con i giovani, anche se così lontani dal suo palco”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa