Diocesi: Termoli, la Giornata della pace con tre testimonianze di volontari impegnati per i più deboli

Un’esplosione di gioia, colori e sorrisi, ieri, a Termoli per la Giornata della Pace. In tanti, soprattutto bambini e ragazzi, hanno partecipato all’evento coordinato dall’Azione cattolica e dalla Consulta dei laici. Al centro dell’iniziativa il messaggio di Papa Francesco dedicato all’omonima Giornata mondiale. Dopo le testimonianze e lo spettacolo musicale con la band dei Baraonda, il vescovo, mons. Gianfranco De Luca, ha dato il via alla marcia che si è conclusa in piazza Duomo con un momento di raccoglimento, la preghiera dell’Ave Maria e tanti palloncini colorati lasciati volare verso il cielo e la messa celebrata dal presule in cattedrale. Tre gli ospiti che hanno presentato le loro storie: Matteo Chiani della Comunità Papa Giovanni XXIII, che ha partecipato all’Operazione Colomba ed è da poco tornato dal Libano dove ha vissuto un’esperienza di servizio, di convivenza con profughi Siriani e di animazione per i più piccoli; Maria che, aiutata dall’esperienza e dall’accompagnamento del Movimento per la vita, non ha abortito, nonostante sia stata lasciata da due differenti uomini a gravidanza in corso, ma ha messo alla luce due figli; Antonio De Lellis, che ha dato vita con altri volontari con diversi percorsi e professionalità all’esperienza della “Città invisibile”. Il Progetto, che nasce dalla Comunità “il Noce” si pone come obiettivo complessivo quello di indagare, a partire dal territorio locale, alcuni fenomeni sociali sommersi o spesso ignorati, in particolare l’attenzione è posta verso i “senzatetto”, offrendo loro un servizio diurno fino alla cena.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa