Attentato in cattedrale Filippine: Comunità S. Egidio, “ferma condanna, dolore e solidarietà. Proseguire strada dialogo e riconciliazione”

La Comunità Sant’Egidio esprime il suo dolore e manifesta la sua solidarietà al popolo e alla Chiesa cattolica delle Filippine, dopo il grave attentato avvenuto ieri a Jolo che ha provocato nuove vittime innocenti tra i cristiani riuniti per la messa domenicale. “La condanna nei confronti di chi colpisce uomini e donne nel momento sacro della preghiera non può che essere totale e ferma – si legge in una nota appena diffusa -. E’ una violenza cieca che ha come unico obiettivo seminare terrore, proprio mentre il sud delle Filippine è impegnato nella faticosa ricerca di una pace stabile e duratura”. Sant’Egidio – che ha partecipato alle trattative che hanno portato all’accordo di pace per la regione di Mindanao, recentemente ratificato dal referendum – ribadisce il suo impegno a fianco della Chiesa e del popolo delle Filippine: “è necessario proseguire sulla strada del dialogo e della riconciliazione, come anche auspicato dalla Conferenza episcopale, che ha invitato i cristiani, in questo momento difficile, a ‘essere coraggiosi, forti nella preghiera, aver cura l’uno dell’altro’ e a ‘vincere il male con il bene’”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa