Africa: Costa (ministro Ambiente), “senza non si può pensare di salvare il mondo”

“Non possiamo pensare di salvaguardare il mondo senza l’Africa: si può farlo solo con l’Africa, guardando dall’Africa agli altri Continenti”. Lo ha affermato il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, intervenendo all’inaugurazione del Centro africano per il clima e lo sviluppo sostenibile, a Roma. “Oggi è un giorno importante per il perseguimento dell’Accordo di Parigi e per il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 23”, ha spiegato Costa sottolineando che la nascita del Centro è il segno della volontà di “costruire un percorso comune”. Si tratta, ha chiarito, di “un percorso di partnership, non di colonialismo ambientale, in un confronto orizzontale”. “Terremo conto di quello che ci chiede l’Africa, che è diverso da quello che noi vogliamo offrire all’Africa. Cominciamo ad ascoltarla”, ha detto il ministro dell’Ambiente che ha definito “l’Africa un continente dalle grandi fragilità, ma al tempo stesso di grandissima biodiversità e ricchezza”. “Non si può cambiare il sistema se non si parte dall’Africa, con l’Africa e per l’Africa”, ha insistito Costa. A margine dell’inaugurazione, il ministro dell’Ambiente si è soffermato sul caso trivelle: “Questi 18 mesi devono essere ben utilizzati affinché si arrivi ad una determinazione significativa. Io ci sto lavorando”, ha detto assicurando che sulle tematiche ambientali c’è convergenza da parte di tutte le forze di Governo. “Siamo sensibili tutti, è trasversale a tutti i colori: non è buonismo, è realizzazione di un futuro migliore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa