Papa a Panama: messa in cattedrale, anche Gesù “si è affaticato”, trovare “un pozzo da cui ripartire”

(Foto Vatican Media/SIR)

“Il Signore si è affaticato, e in questa fatica trovano posto tante stanchezze dei nostri popoli e della nostra gente, delle nostre comunità e di tutti quelli che sono affaticati e oppressi”. Lo ha detto il Papa, nell’omelia della Messa celebrata oggi, con la dedicazione dell’altare della cattedrale, nella basilica di Santa Maria La Antigua, alla presenza di sacerdoti, consacrati e movimenti laicali. “Le cause e i motivi che possono provocare la fatica del cammino in noi sacerdoti, consacrati e consacrate, membri dei movimenti laicali, sono molteplici”, l’analisi di Francesco: “Dalle lunghe ore di lavoro che lasciano poco tempo per mangiare, riposare e stare in famiglia, fino a ‘tossiche’ condizioni lavorative e affettive che portano allo sfinimento e logorano il cuore; dalla semplice e quotidiana dedizione fino al peso rutinario di chi non trova il gusto, il riconoscimento o il sostegno per far fronte alle necessità di ogni giorno; dalle abituali e prevedibili situazioni complicate fino alle stressanti e angustianti ore di tensione. Tutta una gamma di pesi da sopportare”. “Sarebbe impossibile cercare di abbracciare tutte le situazioni che sgretolano la vita dei consacrati, ma in tutte sentiamo la necessità urgente di trovare un pozzo che possa placare e saziare la sete e la stanchezza del percorso”, ha detto il Papa commentando l’episodio evangelico dell’incontro di Gesù con la Samaritana: “Tutte invocano, come un grido silenzioso, un pozzo da cui ripartire”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa