India: un simposio teologico su “La fede cristiana in un contesto multiculturale”

Un simposio teologico sul tema “La fede cristiana in un contesto multiculturale” si è svolto nei giorni scorsi nel St. John’s Medical College Campus, a Bangalore, in India. All’iniziativa, organizzata dalla Conferenza episcopale indiana e dalla Congregazione per la Dottrina della Fede, hanno partecipato 44 vescovi e teologi dell’India. Nella delegazione vaticana il card. Luis F. Ladaria Ferrer, prefetto della Congregazione, l’arcivescovo Augustine Di Noia, segretario aggiunto, e alcuni ufficiali dello stesso Dicastero. Ha partecipato all’incontro anche il nunzio apostolico in India, mons. Giambattista Diquattro. I partecipanti dell’episcopato indiano, provenienti dalle tre Chiese Rituali presenti nel Paese, sono stati guidati dal card. Oswald Gracias, presidente della Conferenza episcopale Indiana, dal card. Moran Mor Baselios Cleemis, presidente del Sinodo episcopale della Chiesa SiroMalankarese, dal card. Mar George Alencherry, presidente del Sinodo episcopale della Chiesa Siro-Malabarese, e dall’arcivescovo Thomas Mar Koorilos, presidente dell’Ufficio per la Dottrina della Conferenza episcopale dell’India. Il prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede ha offerto un indirizzo inaugurale parlando della vocazione specifica del teologo per la promozione della fede cattolica. Tenendo conto del contesto dell’India, i temi scelti per le cinque sessioni del Simposio hanno affrontato alcune delle sfide pastorali della Chiesa oggi: il significato della salvezza cristiana in un mondo pluralistico con alcune riflessioni sul messaggio di Placuit Deo; armonizzare i doni gerarchici e carismatici nel piccolo gregge indiano; le sfide del multiculturalismo in India; evangelizzazione e collaborazione interreligiosa: fondamenti biblici e patristici; vivere la fede cristiana in un contesto interreligioso e multiculturale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa