Gmg 2019: card. Bassetti a giovani italiani, “cogliere nella realtà l’impronta, i segni e la presenza di Dio”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

(da Panama) “Siano i vostri occhi spalancati sul mondo, capaci di assorbire la realtà che vi circonda per poterla ricordare, portare nel cuore, non soltanto qui, ma anche una volta ritornati a casa. Fate come Maria, imparate uno sguardo contemplativo, capace di cogliere dentro la realtà l’impronta, i segni, il gusto della presenza di Dio”. Lo ha detto il presidente della Cei, il card. Gualtiero Bassetti, nell’omelia di una celebrazione eucaristica che ha presieduto oggi con i giovani italiani che stanno partecipando alla Gmg a Panama. “Già vedo la notizia buona del Vangelo che si propaga attraverso di voi, dopo aver ascoltato le parole di Papa Francesco, dei vostri vescovi, dopo aver ascoltato la parola di Dio”. “Partirete, andrete, uscirete, tornerete nelle vostre case, alla vostra vita di tutti i giorni – ha aggiunto – a raccontare non tanto un viaggio dall’altra parte del mondo quanto il cammino che il Signore vi ha fatto fare, portandovi fin qui”. Indicando i giovani come “la preghiera che si realizza”, il porporato li ha presentati come “più di mille giovani forze, migliaia di giovani energie, pronte a cercare il luogo dove versarsi, quel piccolo pezzo di cielo sotto il quale spendere la propria vita, per amore”. Approfondendo il tema della “vocazione”, il card. Bassetti ha detto ai giovani che “Dio ha fiducia in voi: non importa quanto la vostra vita possa essere sbullonata”. “Gesù è davvero con voi fino alla fine del mondo, anche quando fate scelte sbagliate, anche quando non ci capite più niente nella vita: Gesù è con voi e vuole incontrarvi personalmente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa