Economia: Ceschin (Ucid), uno sportello per gli imprenditori “per trovare gli strumenti giusti per uscire dalla crisi”

Rompere un tabù e ricevere aiuto da chi può capirti. E questo l’obiettivo dello sportello d’ascolto aperto da due anni e mezzo dalla sezione provinciale di Pordenone dell’Unione cristiana industriali e dirigenti. “Ci rivolgiamo agli imprenditori in crisi – spiega al Sir, Eleonora Ceschin, presidente della sezione -. C’è chi possiede due aziende ma si trova nella condizione di non avere eredi interessati alla successione. Chi è costretto a chiedere un concordato. Ad ascoltarli sono altri imprenditori che cercano insieme a chi chiede aiuto gli strumenti giusti per trovare la soluzione. L’obiettivo finale – sottolinea – è il benessere della persona da cui passa anche il benessere dell’azienda”. Inoltre il supporto offerto si basa su una rete di giuristi e commercialisti mentre la metodologia seguita è quella della mediazione umanistica. “Al momento il nostro modello è seguito anche in altre sezioni del Nord ma anche al Sud, in Puglia, sono interessati all’esempio”. “Chiedere aiuto non è facile – ricorda – ma parlare insieme ad altri imprenditori che possono capire le difficoltà agevola”. Per contattare lo sportello e conoscere i servizi è possibile consultare il sito www.ascoltoimpresa.it gestito dalla associazione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa