Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Economia: Draghi (Bce), “rischio protezionismo”. Viterbo, in corso operazione antimafia

Sea Watch: la nave in acque italiane con 47 migranti. Toninelli, li prenda l’Olanda. Sindaco di Siracusa: pronti ad accogliere

La nave Sea Watch si trova nelle acque territoriali italiane ed è ancorata a un miglio al largo delle coste di Siracusa. L’ingresso, secondo quanto si apprende dalla Guardia Costiera italiana, è stato consentito a causa delle cattive condizioni meteo per garantire la sicurezza dei 47 migranti che si trovano a bordo, ormai da 7 giorni, e della stessa imbarcazione. La Sea Watch è affiancata da motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza. Il ministro dei trasporti, Danilo Toninelli, afferma: “Io fornisco un’alternativa: siccome sulla Sea Watch c’è una bandierina olandese che sventola e siccome non mi pare che gli olandesi abbiano ancora detto nulla, trovino la maniera migliore per prendersi in carico i migranti”. Il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, afferma: “L’amministrazione comunale è pronta ad accogliere i 47 migranti che si trovano in mare aperto avvalendosi della collaborazione della diocesi e di tante associazioni che sono state contattate e hanno dato la loro disponibilità”.

Cronaca: Viterbo, in corso 13 arresti. Contestati i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso

I carabinieri del Comando provinciale di Viterbo stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Roma su richiesta della Dda di Roma, che dispone l’arresto di 13 persone indagate, a vario titolo, per i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso. Numerose le perquisizione in corso, scrive l’Ansa. Accertata l’esistenza di un’organizzazione dai connotati mafiosi che avrebbe imposto il proprio controllo su negozi compro oro, locali notturni, ditte di trasloco e attività delittuose come recupero crediti nella provincia di Viterbo. Il sodalizio si era imposto a Viterbo e provincia attraverso una serie di aggressioni e gravi atti intimidatori.

Siria: azione Isis nell’est del Paese, almeno 50 morti di cui 34 jihadisti e 16 membri delle forze curdo-siriane

Un contrattacco fallito dell’Isis nell’est della Siria ha causato ieri almeno 50 morti, di cui 34 jihadisti e 16 membri delle forze curdo-siriane sostenute dalla coalizione a guida Usa. Lo riferisce l’Osservatorio siriano per i diritti umani. Rami Abdurrahman, il capo dell’ong, ha aggiunto che 21 miliziani dello Stato islamico sono stati catturati. L’Isis aveva lanciato un attacco nel tentativo di riprendere il villaggio di Baghuz, nella provincia di Dayr az Zor, vicino alla frontiera irachena.

Repubblica democratica del Congo: Felix Tshisekedi ha prestato giuramento come nuovo presidente

Passaggio di consegne a Kinshasa. L’ex leader dell’opposizione Felix Tshisekedi ha prestato giuramento come nuovo presidente della Repubblica democratica del Congo. Alla cerimonia, che si è svolta davanti a migliaia di persone, ha partecipato anche il suo predecessore Joseph Kabila, che si è congratulato con Tshisekedi e gli ha consegnato i simboli del potere: stemma, bandiera e costituzione del Paese. “Nonostante gli osservatori internazionali abbiano denunciato numerose irregolarità nel voto, domenica scorsa la Corte costituzionale aveva convalidato la vittoria di Tshisekedi – puntualizza Euronews – e respinto il ricorso del suo principale avversario, Martin Fayulu, che dopo il voto del 30 dicembre aveva parlato di un colpo di stato elettorale”. Una sentenza, quella della Corte, di cui hanno preso atto anche l’Unione europea e l’Unione africana, che hanno annunciato l’intenzione di collaborare con il nuovo presidente.

Economia: Bce lascia i tassi invariati. Draghi avverte: “rischi legati a protezionismo e scenari politici instabili”

La Banca centrale europea lascia i tassi d’interesse invariati e segnala prospettive economiche e al ribasso. Il tasso principale resta fermo allo 0%, quello sui prestiti marginali allo 0,25% e quello sui depositi a -0,40%. La decisione è in linea con le attese del mercato. In una nota diffusa al termine della riunione di politica monetaria tenutasi ieri a Francoforte, l’Eurotower ribadisce che i tassi di interesse si manterranno “su livelli pari a quelli attuali almeno fino all’estate del 2019 e in ogni caso finché sarà necessario per assicurare che l’inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio termine”. “I rischi per le prospettive” economiche dell’Eurozona “si sono mossi verso il basso”, ha poi commentato il presidente della Bce, Mario Draghi, citando fra i fattori di rischio il protezionismo, gli scenari geopolitici, i Paesi emergenti e la vulnerabilità dei mercati finanziari. “La minaccia del protezionismo sta pesando sulla fiducia economica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa