This content is available in English

Messaggio Comunicazioni sociali: mons. Martin (Irlanda), “contribuire a promuovere l’uso costruttivo dei media digitali nella nostra società”

“Il messaggio di quest’anno è particolarmente rilevante in questa era dei social media e delle comunicazioni digitali in cui viviamo”. Lo scrive l’arcivescovo irlandese Eamon Martin, condividendo sul sito della Chiesa cattolica in Irlanda il messaggio di Papa Francesco per la prossima Giornata mondiale delle comunicazioni (domenica 2 giugno). L’arcivescovo plaude in particolare alla decisione di Papa Francesco di istituire un Osservatorio internazionale per la prevenzione del cyberbullismo, con sede in Vaticano, e annuncia l’intenzione di “coinvolgere esperti in questo campo in Irlanda per contribuire a promuovere l’uso costruttivo dei media digitali nella nostra società”. “Il nostro mondo è ricco di risorse di comunicazione – aggiunge – e la nostra epoca è spesso descritta come l’era del giornalismo democratico”. Ci si può esprimere facilmente e c’è anche “un grande potenziale nei social media per comunicare la verità del Vangelo”, ma occorre farlo sempre “con compassione e amore”. Mons. Martin invita tutti a “evitare la menzogna e dire la verità, sia sui media digitali sia nella vita di tutti i giorni”. Importante anche nel Messaggio il riferimento ai giovani e al rischio che corrono di diventare “eremiti sociali”, alienandosi completamente dalla società: “Questa drammatica situazione rivela una grave rottura nel tessuto relazionale della società, che non possiamo ignorare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa