Messaggio Comunicazioni sociali: Baggio (Aiart), “sollecitare i cittadini mediali al superamento di inganni, pregiudizi e paure”

“Parole che riportano al centro la viva necessità di una comunicazione al servizio della persona e capace di costruire relazioni autentiche dove il dialogo, l’accoglienza e il confronto siano sempre al servizio della verità”. Lo afferma Giovanni Baggio, presidente dell’Aiart, commentando il messaggio di Papa Francesco per la 53ª Giornata mondiale delle comunicazioni. “Il Santo Padre ci indica un nodo fondamentale della comunicazione umana – prosegue – e ci esorta, con un evidente riferimento al mondo delle relazioni virtuali sui social, a non compromettere i valori fondanti delle comunità – il rispetto e l’ascolto – con il baratro dell’incomunicabilità (spesso conseguenza dell’incapacità all’ascolto) e della finzione (origine di volti e storie indossate per l’occasione) ormai prerogative sempre più evidenti nel mondo parallelo delle community”. La sfida per l’Aiart sarà quella di “formare ed educare alle relazioni sollecitando i cittadini mediali al superamento di questi possibili inganni, dei pregiudizi, delle paure e dei sensazionalismi spesso frutto di una tecnologia che dovrà essere orientata sempre più al servizio della comunità umana”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa