Warning: Redis::connect(): connect() failed: Connection refused in /var/www/html/wordpress/wp-content/plugins/wp-redis/object-cache.php on line 1105
Consiglio d'Europa: richiami alla Russia sull'uso della forza in Ucraina e all'Italia per l'assistenza ai rifugiati | AgenSIR

Consiglio d’Europa: richiami alla Russia sull’uso della forza in Ucraina e all’Italia per l’assistenza ai rifugiati

(Strasburgo) L’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (Apce) sollecita la Russia a “rilasciare immediatamente i militari ucraini”, ad “assicurare la libertà di passaggio nel Mar d’Azov e nello Stretto di Kerch”, e ad “astenersi da qualsiasi ricorso alla violenza”. Sono tre delle indicazioni contenute della Risoluzione adottata nell’emiciclo di Strasburgo al termine del “dibattito con procedura d’urgenza” sull’acuirsi delle tensioni nel Mar d’Azov e nello Stretto di Kerch e le minacce alla sicurezza europea”. L’Apce definisce anche la costruzione del ponte sullo Stretto di Kerch “illegale” e “un’ulteriore violazione della sovranità dell’Ucraina”. Dal Gruppo di esperti del Consiglio d’Europa sulla lotta contro la tratta di esseri umani (Greta) arriva oggi invece un rapporto riguardo l’Italia in cui oltre a “misure positive” e “sviluppi incoraggianti”, si segnala il rischio che “la legislazione recentemente adottata, che esclude i richiedenti asilo dall’accesso alle strutture di accoglienza, possa lasciare senza assistenza possibili vittime di tratta”. Interroga anche che il “numero di persone individuate e assistite come vittime di tratta sia rimasto pressoché stazionario in Italia” (circa un migliaio di persone), nonostante l’aumento significativo di richiedenti asilo e migranti. L’invito da Strasburgo è a cercare in modo “proattivo le vittime di tratta”, soprattutto i lavoratori sfruttati.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa