Papa a Panama: incontro vescovi. Mons. Escobar, “totale fedeltà e sostegno incondizionato”. Francesco cerca un vescovo del Venezuela

(Foto Vatican Media/SIR)

“Totale fedeltà e obbedienza, sostegno incondizionato e solidarietà con la sua grande opera a favore della Chiesa e del mondo”. Ad esprimerla al Papa, salutandolo al suo ingresso nella chiesa di san Francesco di Assisi, per l’incontro con i vescovi della regione, è stato il presidente del Sedac, mons. José Luis Escobar Alas. “Nel professarle la nostra più grande stima, apprezzamento e gratitudine – ha proseguito il presule – vogliamo aprire i nostri cuori per ricevere il suo messaggio di luce intensa e di grande speranza per la nostra missione pastorale in questa terra centroamericana, in un momento storico triste e segnato da violenza, ingiustizia, corruzione, disuguaglianza, migrazioni forzate, esclusione sociale che vivono i nostri popoli, e le cui vittime principali sono i più poveri. “Che noi sappiamo proteggerli, accompagnarli ed assisterli sempre”, l’auspicio di Escobar, “seguendo l’esempio di colui che tre mesi fa ha elevato alla gloria degli altari: San Oscar Arnulfo Romero”. Al termine del discorso del Papa, il presidente dei vescovi del Centroamerica, su richiesta di Francesco che probabilmente voleva parlargli, ha cercato un vescovo del Venezuela, non presente all’incontro perché dedicato ai presuli del Centroamerica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa