Gmg 2019: giustizia sociale e ambiente, quattro impegni per i giovani tedeschi nati dall’incontro con i coetanei indigeni

La Federazione delle associazioni giovanili cattoliche tedesche (Bdkj) si impegna a “diffondere informazioni sulla grande ingiustizia sociale che c’è a Panama” e a lavorare affinché la Germania riprenda a “devolvere aiuti economici per lo sviluppo a Panama”. La Bdkj cercherà di fare in modo che più giovani possano partecipare ai “servizi di volontariato cattolico su scala mondiale” per poter conoscere Paesi come il Panama. Nel contesto della “campagna di 72 ore”, le associazioni giovanili tedesche lavoreranno attivamente “per un mondo più giusto” e si impegneranno per far camminare la Chiesa tedesca “nella direzione della sostenibilità”. Questi quattro impegni sono nati dall’incontro su temi politici che i giovani hanno vissuto ieri al Museo de Canal a Panama, su iniziativa della Bdkj. In dialogo con giovani indigeni della popolazione Kuna, si sono affrontati i temi della giustizia sociale e della custodia del creato. Da una giovane Kuna, la provocazione ai tedeschi: “Voi avete molte più possibilità di noi, sfruttatele!”. Ma ciò che accomuna i giovani, al di là delle differenze, è la necessità di “sentirsi accettati” e questo è possibile solo attraverso “un dialogo aperto”. Per creare un mondo diverso, è necessario creare uno spazio per il dialogo: “Non è solo un desiderio, è una cosa che viviamo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa