Gmg 2019: i giovani tedeschi a Panama visitano Kuna Nega, dove vive comunità indigena discriminata

Un gruppo di 600 giovani tedeschi, insieme ad alcuni vescovi, ieri 22 gennaio ha incontrato una comunità indigena dei Kuna nella periferia di Panama City, a Kuna Nega. Lì i giovani hanno ascoltato storie di fatica e di emarginazione, come quella di Eidigili Valiente, 24 anni, uno dei tanti ragazzi che dalle isole caraibiche di Kuna Yala si è trasferito a Panama per studiare e trovare un lavoro. La popolazione Kuna, 70mila nella capitale, è oggetto di quotidiane discriminazioni nei luoghi di lavoro e di studio. Questa comunità, in cui 9 persone su 10 sono in povertà, è anche discriminata rispetto alla possibilità di vivere le proprie tradizioni religiose e culturali. La delegazione tedesca ha anche ascoltato il racconto di Briseida Iglesias, una saggia Kuna, sul mondo spirituale di questo popolo e ha vissuto una “cerimonia di purificazione spirituale”. Alla Gmg partecipano anche giovani Kuna cattolici. È “importante che i giovani tedeschi abbiano avuto la possibilità di conoscere la realtà sociale più povera di Panama”, ha commentato Thomas Andonie, presidente della Federazione dei giovani cattolici (Bdkj). Anche il vescovo Stefan Oster, responsabile della pastorale giovanile per la Conferenza episcopale, era con loro ed è stato colpito dall’incontro: “Non avevo mai avuto contatti, ma ho capito che abbiamo molto in comune; soprattutto la fede ci unisce”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa