Consiglio d’Europa: Soini (Consiglio ministri), “cooperazione multilaterale efficace per prevenire instabilità e conflitti”

(Strasburgo) Primo intervento oggi di Timo Soini, ministro degli Affari esteri della Finlandia e presidente di turno del Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa, rivolgendosi all’Assemblea parlamentare CdE in corso a Strasburgo. “Abbiamo bisogno di una cooperazione multilaterale efficace, basata su norme, per prevenire instabilità e conflitti, e il Consiglio d’Europa è un forum importante in questo contesto”, ha dichiarato il ministro finlandese. Soini ha insistito sulla necessità che il Consiglio assicuri il rispetto dei diritti umani, della democrazia e del principio dello Stato di diritto, “sollevando così di tali questioni gli Stati membri”. E se “un Paese è membro del Consiglio d’Europa, gli altri Stati membri possono chiedergli di rendere conto del proprio operato”. Anzi “è un nostro dovere”, ha aggiunto. Soini ha insistito sulla necessità di una “cooperazione costruttiva tra il Comitato dei ministri e l’Assemblea parlamentare” per dare “risposte e uscire dall’impasse” che vivono le istituzioni dell’organizzazione. Tra le priorità della presidenza finlandese Timo Soini ha indicato il rafforzamento del sistema dei diritti umani e dello Stato di diritto, la parità, i diritti delle donne e l’inclusione, con un accento particolare sui giovani e sulla prevenzione della radicalizzazione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia