Rai: Baggio (Aiart), “inaccettabile la lezione di Luxuria su ‘transgenderismo’ trasmessa da tv pubblica”

“Vladimir Luxuria, da ex parlamentare e attivista dei diritti Lgbt a docente di ‘transgenderismo’ sulla tv pubblica. L’inaccettabile lezione è andata in onda alle 22.20 su Rai tre. La cattedra è quella del programma ‘Alla Lavagna’; destinatari del messaggio: una classe di bambini tra i 9 e i 12 anni”. La denuncia viene dall’Aiart interviene duramente sull’”inopportunità di una scelta televisiva che danneggia fortemente i minori, vìola il valore della famiglia, snatura le relazioni umane”.
“Condanniamo l’irresponsabilità di questa scelta – afferma il presidente nazionale dell’Aiart, Giovanni Baggio -, soprattutto perché a proporre questa pagina televisiva è stata un’azienda radiotelevisiva pubblica che non dovrebbe mai perdere di vista il ‘principio di responsabilità’”.
“A che titolo – prosegue Baggio – l’ex parlamentare affronta una questione così delicata con i minori? Che fine ha fatto il diritto di contraddittorio in tv? E le ormai sconosciute regole deontologiche e costituzionali?”.
“Non ci aspettiamo più – continua Baggio – che i vertici Rai chiedano scusa, ma la parola fine a queste condotte. L’Aiart vorrebbe che si scomodassero, non soltanto in Vigilanza ma anche l’Agcom e il Comitato media e minori affinché il servizio pubblico non sia più vetrina commerciale di qualunque cosa. E devono farlo al più presto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa