Gmg 2019: un “Panama” personalizzato per Papa Francesco. Il sogno di Luis, Maverith, Gabriel e Juan David

(dall’inviato a Panama) Un “Panama” anche per Papa Francesco: è il sogno di quattro bambini panamensi affetti da una rara malattia neurologica che provoca convulsioni e disautonomia severa. Luis, 14 anni, Maverith, 13, Gabriel di 11 e Juan David di 10, grazie alla madre, hanno imparato a ricamare oggetti e indumenti. Con diverse operazioni subite alla testa, per loro il ricamo è diventato un gioco che svolgono con estrema bravura tanto è rilassante e terapeutico per loro. La madre Rosa (nome di fantasia) , infatti, racconta al Sir che “ricamando non pensano alla condizione in cui vivono e le convulsioni e i sintomi della sindrome si attenuano”. È impressionante la capacità di ricamo dei ragazzi: passano l’ago e filo tra le falde del cappello senza ausilio di cartamodelli ma semplicemente memorizzando il logo e realizzandolo con perizia in soli pochi minuti. Per la Gmg i quattro ragazzi hanno ricamato su alcuni “Panama” il logo della Giornata con il nome di Papa Francesco e dell’arcivescovo di Panama, mons. José Ulloa Mendieta.

“Il loro sogno – dice la madre – è farne dono al Pontefice e per questo hanno portato i cappelli presso la curia arcivescovile nella speranza che da qui possano giungere a Papa Francesco. L’idea di personalizzare i Panama è stata del figlio più grande, Luis. “Quando ha saputo che il Pontefice sarebbe venuto a Panama per la Gmg – rivela la madre – mi ha detto ‘perché non proviamo a regalarne uno proprio al Papa?’ Da qui è nato tutto. Papa Francesco è colui che ci dona fede e forza. Per loro sarebbe una grande gioia vedere il Pontefice con il Panama ricamato da loro”. Un sogno che potrebbe realizzarsi sapendo come il Pontefice usi spesso indossare copricapi che gli vengono donati dai suoi fedeli.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa