Corruzione: Nicotra (Anac), “la vittima dei corrotti è lo Stato, siamo tutti noi cittadini”

“La vittima dei corrotti è lo Stato, le vittime siamo tutti noi cittadini. Non si è mai fatto un vero investimento sulla pubblica amministrazione che deve fare fede sulle proprie gambe”. Così la professoressa Ida Angela Nicotra, componente del Consiglio dell’Autorità nazionale anticorruzione, durante la tavola rotonda tenuta oggi all’università Tor Vergata. “Non sono d’accordo con chi dice che oggi ci sia una battaglia fra gli imprenditori e l’Autorità – ha commentato -. C’è, evidente, un problema di adeguamento al codice dei contratti, rivisto nel 2016, che non ha fatto decollare il settore dei lavori pubblici per colpa di concause, a cominciare dalla mancanza della stabilità normativa, fondamentale per la prevenzione dei fenomeni corruttivi, e di una pubblica amministrazione da formare in conseguenza del cambiamento. Tutti noi siamo chiamati a dare un contributo nell’aumento della crescita della fiducia dei cittadini verso la pubblica amministrazione”. Fra gli strumenti in mano all’Autorità contro il fenomeno, Nicotra ha citato il commissariamento delle imprese che “è un istituto messo in piedi da poco ed è frutto di una collaborazione fra l’autorità e le prefetture. Grazie a questo si è salvaguardata l’occupazione e si è permesso di portare a termine l’opera pubblica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa