Giornata pace: mons. Mazzocato (Udine), “rispettare i diritti di ogni persona e realizzare i propri doveri”

“Diffondere la pace è un impegno di tutti e ognuno può farsi ‘artigiano della pace’”. Lo ha detto l’arcivescovo di Udine, mons. Bruno Mazzocato, nell’omelia della messa che ha celebrato ieri in cattedrale, in occasione della Giornata mondiale della pace. Il presule ha offerto alle autorità civili e militari presenti una copia del messaggio di Papa Francesco. Rivolgendosi loro, l’arcivescovo ha sottolineato che “il documento apre prospettive ampie ed elevate per i politici e gli amministratori del bene comune”. “Solo ricordare che una buona politica è un servizio concreto alla pace dà un colpo d’ala alla politica stessa”. “I cittadini che, con onestà di motivazioni, dedicano le loro energie all’attività politica e amministrativa possono riconoscersi tra coloro hanno raccolto con coraggio questa sfida senza tirarsi indietro e lasciare che altri si mettano in gioco – ha aggiunto il presule –. Essi partecipano attivamente, per la loro parte, a un grande progetto politico che vuol promuovere la pace nella società contemporanea”. Soffermandosi sul “compito non facile della buona politica”, mons. Mazzocato lo ha indicato: “Il rispetto sia dei diritti di ogni persona umana che dei doveri che essa ha verso i suoi simili”. “L’equilibrio tra diritti e doveri è tutt’altro che facile e non è compito solo della politica – ha concluso – ma, prima ancora, dell’opera educativa esercitata in famiglia, nella scuola nella Chiesa e nella società in genere”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa