Diocesi: Latina, stasera una cena per gli utenti della mensa cittadina con i parroci che servono a tavola

Una cena di inizio anno al ristorante, con i poveri e i volontari seduti a tavola e i sacerdoti che fanno i camerieri: è un’iniziativa in programma oggi, 2 gennaio, a Latina, che viene promossa dai parroci della città e vedrà protagoniste le persone che frequentano quotidianamente la mensa cittadina. “Andiamo al ristorante per far nascere una tradizione e coinvolgere tutta la città e le sue realtà ecclesiali in un cammino che vada incontro alle persone bisognose” riferisce al Sir don Gianni Toni, vicario per la forania di Latina. “Oggi il Papa in udienza generale ha detto: ‘Meglio essere atei se uno odia l’altro’. Nella nostra città, l’apertura verso i poveri non è mai abbastanza, perciò abbiamo pensato di parlare con i fatti per accendere i riflettori sul servizio che la mensa offre e sui suoi utenti” aggiunge. I circa centocinquanta partecipanti saranno ospiti dell’agriturismo Bacco e Circe, che offrirà una cena rispettosa delle varie fedi e abitudini alimentari e sarà rigorosamente senza alcolici. Un complesso musicale animerà la serata, esibendosi sempre gratuitamente. “Sono circa cento i pasti distribuiti ogni giorno dai volontari alla mensa cittadina di Latina – prosegue don Gianni Toni – Gli utenti vengono dall’Est Europa, da Nigeria, Ghana, Bangladesh, India. Portano con sé una povertà spesso atavica. Con il servizio della mensa e iniziative come quella di stasera cerchiamo di porre al centro una partecipazione e una condivisione sempre più allargate” conclude.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa