Papa Francesco: Motu proprio Cappella musicale pontificia, inserita nell’Ufficio delle Celebrazioni liturgiche 

La Cappella musicale pontificia viene inserita nell’Ufficio delle celebrazioni liturgiche del Sommo Pontefice, “quale specifico luogo di servizio alle funzioni liturgiche papali e nel contempo a custodia e promozione della prestigiosa eredità artistico-musicale prodotta nei secoli dalla Cappella stessa per le solenni liturgie dei pontefici”. Lo dispone Papa Francesco con un Motu proprio, diffuso oggi dalla Sala stampa vaticana. Nel testo il pontefice nomina il Maestro delle celebrazioni liturgiche pontificie, mons. Guido Marini, responsabile della Cappella musicale pontificia, affidandogli “il compito di guidare tutte le attività e gli ambiti liturgico, pastorale, spirituale, artistico ed educativo della Cappella”. Sarà suo compito “redigere uno Statuto proprio della Cappella in parola, aggiornandone anche il Regolamento che fu approvato dal santo pontefice Paolo VI”. Il Papa nomina, inoltre, mons. Guido Pozzo, sovrintendente all’economia della Cappella musicale pontificia, “affidandogli soltanto il compito della specifica cura dell’amministrazione economica della Cappella stessa da svolgere sotto la guida del Maestro delle celebrazioni e responsabile della Cappella musicale pontificia”. Il Motu proprio, in vigore immediatamente, – sottolinea Francesco – nasce “avendo presenti i dettami del Concilio relativi alla Sacra Liturgia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia