Nomina mons. Giulietti arcivescovo Lucca: mons. Castellani (amm. apostolico), “vescovo giovane e dinamico con lo spirito del pellegrino”

“Abbiamo ricevuto un vescovo giovane, dinamico, pastore zelante, con lo spirito e lo stile del ‘pellegrino’”. Lo ha detto stamani mons. Italo Castellani, amministratore apostolico di Lucca, commentando la nomina ad arcivescovo di mons. Paolo Giulietti. “Mi lega all’arcivescovo Paolo, oltre a un rapporto fraterno e amichevole maturato negli anni del suo servizio di responsabile della Pastorale giovanile della Cei – aggiunge mons. Castellani -, un particolare vincolo sacramentale: infatti partecipai alla sua ordinazione episcopale nella cattedrale di Perugia, imponendogli, come gli altri vescovi presenti, le mani sul capo, trasmettendogli così la forza e la grazia del sacramento dell’Ordine nel grado dell’episcopato”. Ricordando i propri 15 anni alla guida della diocesi lucchese, mons. Castellani ha detto di essersi sentito “accolto e amato”. “Con voi e per voi mi sono sentito sempre e ora più che mai, in famiglia, anzi a casa mia! Da parte mia ho cercato di corrispondere, sicuramente con tanti limiti ma sempre cuore a cuore, alla vostra benevolenza”. Infine, la richiesta del presule “sin d’ora di pregare intensamente per il nuovo pastore, di seguirlo senza se e senza ma, proiettati in avanti e senza nostalgie per il passato, in profonda comunione quotidiana con Lui sui passi che verrà segnando e indicandovi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia