Turismo religioso: card. Bassetti (Cei), “quello No.Bel., della Notizia Bella, è un ministero, un servizio da vivere insieme”

Nell’aprire oggi i lavori del Simposio sul turismo religioso euro-mediterraneo organizzato ad Assisi dall’Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei (18-19 gennaio), il card. Bassetti ha indicato le caratteristiche del turismo religioso, il turismo No.Bel., della Notizia Bella. “Il turismo religioso – ha ricordato – è turismo di comunità”. La comunità cristiana diventa protagonista attraverso la valorizzazione, l’ospitalità, l’accessibilità universale, la creatività e l’annuncio. Una prospettiva che attiva “processi per buone pratiche di comunione di progetti tra comunità ecclesiale e comunità civile, per una strategia coordinata e integrata di valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale di matrice ecclesiale”. Il turismo religioso è un turismo narrativo. “Per la comunità cristiana – ha spiegato il card. Bassetti – non è semplicemente questione di storytelling, ma di una narrazione che tiene in connessione tre elementi: la narrazione con le sue dinamiche, il narrare la propria storia, la narrazione di Dio che viene a visitare la nostra esistenza”. Altra caratteristica del turismo religioso è l’essere “esperienziale”. “Trasformare i territori in luoghi di esperienza della Bellezza è la grande scommessa, culturale prima che turistica, che vorremmo realizzare insieme con tutti gli attori disponibili a creare insieme con noi una rete virtuosa con cui intraprendere il cammino lento del divenire un capolavoro – ha sottolineato –, custodendo tutto il bello che si è ereditato e generando possibilità nuove di valorizzazione dell’enorme eredità culturale che si è ricevuto”. Richiamandosi poi al documento “Bellezza e speranza” dell’ufficio per la pastorale del turismo della Cei, il card. Bassetti ha ricordato che il turismo religioso è “turismo No.Bel., della Notizia Bella: è è un ministero, un servizio che potremmo incominciare a vivere insieme. Un ministero che si attua in un tipo particolare di relazione tra una comunità e il suo ospite che vuole vivere un’esperienza unica di incontro con la Bellezza e di accompagnamento attraverso lo stupore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa