Scuola cattolica: Lasalliani, a febbraio convegno a Roma per rilanciare missione e fare punto su trasformazione comunità educative

Si terrà dal 21 al 23 febbraio a Roma (Istituto Pio IX all’Aventino) il secondo incontro formativo all’interno delle iniziative promosse nel tricentenario lasalliano. “Dopo la bella esperienza di inizio novembre con il La Salle Live” spiega fr. Gabriele Di Giovanni, visitatore per la Provincia Italia “siamo invitati ad una verifica del lavoro svolto anche in relazione alla metodologia Design for change, applicata da alcuni per una trasformazione significativa della comunità educativa”. Una metodologia educativa ideata in India da una mamma di uno studente, per rendere i bambini e i ragazzi capaci di risolvere i problemi insieme, come gruppo, in modo autonomo. Quattro le fasi principali del processo: sentire il mondo esterno e i problemi, immaginare la soluzione della difficoltà, fare concretamente dei passi per eliminare il problema, condividere quanto fatto con foto, video. “Il metodo è stato adottato dall’Istituto dei Fratelli delle scuole cristiane” spiega il prof. Andrea Sicignano “per rinnovare gradualmente, dal collegio docenti alle comunità fino alle dinamiche delle classi. Abbiamo avviato alcune sperimentazioni che condivideremo in occasione dell’incontro di febbraio”. Tre i partecipanti all’appuntamento, da ogni scuola presente in Italia. Venti complessivamente le istituzioni scolastiche di diverso grado – dall’infanzia alle superiori – , scuole di seconda opportunità, un collegio a Paderno del Grappa, due pensionati a Milano e Torino. Circa 160 i fratelli in Italia, quasi mille i dipendenti; 7 mila i ragazzi che usufruiscono della proposta educativa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa