Luigi Sturzo: mons. Peri (Caltagirone), “messaggio di speranza in un tempo in cui è difficile parlare al cuore e all’intelligenza delle persone”

“Il sodalizio fra Luigi e Mario Sturzo, non solo affettivo ma culturale e spirituale, rappresenta un messaggio di speranza in questo tempo in cui viviamo la difficoltà di parlare al cuore e all’intelligenza delle persone e non alla pancia o agli istinti”. Lo ha detto il vescovo di Caltagirone, mons. Calogero Peri, intervenuto al convegno sul “Centenario del Partito popolare italiano. Luigi e Mario Sturzo: il progetto cristiano di democrazia”, in corso alla Facoltà teologica di Sicilia. “Non solo l’attualità ma l’attualizzazione del pensiero dei fratelli Sturzo può aiutarci a traghettare e a dare risposte al difficile momento che stiamo vivendo”, ha aggiunto il presule. Guardando alla collaborazione tra i due fratelli, Luigi e Mario Sturzo, mons. Peri ha segnalato che si è trattato di “un sodalizio, non solo affettivo ma culturale e spirituale, un messaggio di speranza”. “Il progetto cristiano di democrazia maturò in entrambi, ha affermato il preside della Facoltà teologica di Sicilia Lomanto che ha concluso: “Luigi sarebbe contento di aver tolto dall’oblìo il fratello Mario”. “Non si può capire Mario senza Luigi e Luigi senza Mario. Tra i due fratelli ci fu una dialettica che arrivava a una sintesi che spesso era il superamento della tesi dell’uno e dell’altro. Luigi fu gemello spirituale e culturale del fratello Mario”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa