Diocesi: Tivoli, preghiera e ascolto al centro delle iniziative per l’unità dei cristiani e il dialogo con gli ebrei

Pregare, insieme, come ha pregato Gesù: con questo spirito la diocesi di Tivoli si appresta a vivere la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, le cui iniziative partono oggi con una celebrazione ecumenica della Parola, che si svolge alle 18,30 nella parrocchia di San Giuseppe Artigiano a Villanova di Guidonia (Rm). “È la preghiera che ci permette di capire come va l’ecumenismo nel mondo di oggi” spiega al Sir don Enea Accorsi, direttore della Commissione per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della diocesi di Tivoli. “Il cammino ecumenico non è questione di attivismo, alta teologia o incontri tra uffici di curia” aggiunge. Alla celebrazione partecipano il vescovo di Tivoli, mons. Mauro Parmeggiani, e rappresentanti della Chiesa ortodossa rumena e di una Chiesa della Riforma. Martedì 22 gennaio alle 18,30, invece, la chiesa Tempio degli Angeli a Collefiorito di Guidonia (Rm) ospita i Vespri ortodossi, presieduti da padre Joan Florea. Per la Giornata di approfondimento e sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei, inoltre, domenica 27 gennaio la diocesi di Tivoli promuove una visita al Tempio Maggiore Israelita di Roma. “Come ci chiede il nostro vescovo, vogliamo metterci in ascolto e conoscere lo spessore della vita religiosa quotidiana e straordinaria di ieri e di oggi della comunità ebraica, per superare pregiudizi e approssimazione – sottolinea don Accorsi – Questa giornata, che ha avuto molte adesioni, ci permetterà di toccare con mano ciò che finora abbiamo letto e studiato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa