Diocesi: Gaeta, al via un percorso sulle tracce del Sinodo con mons. Vari insieme ai giovani delle associazioni

“L’avvenire è dei curiosi di professione”: è il titolo di una serie di quattro appuntamenti che da oggi al 22 marzo si susseguiranno nelle quattro foranie dell’arcidiocesi di Gaeta e che avranno come protagonisti l’arcivescovo, mons. Luigi Vari, e i giovani. “È una proposta che facciamo da diversi anni e che quest’anno assume un significato particolare, dopo la celebrazione del Sinodo e in un cammino pastorale in cui tutta la Chiesa diocesana vuole lasciarsi interrogare dai giovani – afferma al Sir don Francesco Contestabile, direttore dell’Ufficio di pastorale giovanile dell’arcidiocesi di Gaeta – Vogliamo mettere al centro la Parola e suscitare nei ragazzi soprattutto domande, prima che risposte. L’incontro con il vescovo è finalizzato a uno scambio e a un reciproco interrogarsi su questioni fondamentali”. Quattro lectio bibliche si svolgeranno in altrettante parrocchie. Il brano dell’arrivo dei Magi così come è raccontato nel Vangelo di Matteo sarà al centro della lectio di oggi, alle 20, nella parrocchia dei Santi Lorenzo e Giovanni Battista a Formia (Lt). “Le serate sono dedicate soprattutto ai giovani di associazioni e movimenti, perché possano conoscersi e relazionarsi, cosa che spesso non succede. Lavoreranno in piccoli gruppi per lasciarsi ‘incuriosire’ dalla Scrittura” precisa don Francesco Contestabile. Il percorso si conclude con la Giornata diocesana dei giovani, il 6 aprile, e avrà un’ulteriore occasione di continuità nell’Assemblea diocesana del 1° marzo, dedicata proprio ai giovani.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa