Colombia: le autorità colombiane non hanno dubbi, è l’Eln il responsabile dell’attentato di Bogotá

È l’Esercito di liberazione nazionale (Eln) il responsabile dell’attentato terroristico commesso ieri alla scuola per cadetti di Polizia General Santander di Bogotá. Ne sono sicure le autorità colombiane, che sono giunte alla conclusione indagando sul passato dell’autista della Nissan Patrol imbottita di esplosivo, il cinquantaseienne José Aldemar Rojas, anch’egli saltato in aria durante l’attentato, che ha causato 21 vittime e 68 feriti.
Il ministro della Difesa, Guillermo Botero, ha detto nel corso di una conferenza stampa che l’autore dell’attentato militava nella formazione guerrigliera, con lo pseudonimo di “el Mocho” o “Kiko”: esplosivista dell’Eln, in passato aveva perso una mano.
Anche Néstor Humberto Martínez, procuratore generale della Colombia, ha affermato che “l’autore materiale di questo atto terrorista era membro dell’Eln”.
In queste ore l’Esercito di liberazione nazionale è rimasto in silenzio, senza smentire l’attribuzione di responsabilità. Risulta con chiara evidenza che quanto accaduto allontana fortemente le possibilità di riaprire il tavolo delle trattative tra la guerriglia e il Governo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa